(Italiano) Bulgaro

Il bulgaro è una lingua slava del sud con circa 12 milioni di parlanti principalmente nella Repubblica di Bulgaria, ma anche in altri paesi come Ucraina, Macedonia, Serbia, Turchia, Grecia, Romania, Canada, Stati Uniti, Australia, Germania e Spagna, dove molti immigrati dalla Bulgaria vivere e lavorare. Il bulgaro è mutuamente intelligibile con il macedone e abbastanza vicino a serbo, croato, bosniaco e sloveno.

 

Il bulgaro fu la prima lingua slava ad essere espressa per iscritto durante il IX secolo nel cosiddetto alfabeto glagolitico. Nei secoli successivi, è stato poi sostituito dall’alfabeto cirillico.

 

Alla fine del XVIII secolo la versione russa del cirillico o la “scrittura civile” di Pietro il Grande (1672-1725) fu adattata a scrivere bulgaro a causa dell’influenza dei libri stampati in Russia. Durante il diciannovesimo secolo furono usate un certo numero di versioni di questo alfabeto contenenti tra 28 e 44 lettere. Negli anni ’70 dell’Ottocento venne utilizzata una versione dell’alfabeto con 32 lettere proposte da Marin Drinov. Questa versione rimase in uso fino alla riforma ortografica del 1945, quando le lettere yat (Ѣ ѣ) e yus (Ѫ ѫ) furono rimosse dall’alfabeto.

 

Un linguaggio letterario moderno basato sul volgare bulgaro parlato fu standardizzato dopo che la Bulgaria divenne indipendente nel 1878. Molte parole turche furono adottate in bulgaro durante il lungo periodo del dominio ottomano. La maggior parte del vocabolario del bulgaro moderno consiste in derivazioni di circa 2000 parole ereditate dal proto-slavo attraverso la mediazione del bulgaro antico e medio. Pertanto, i termini lessicali nativi in ​​bulgaro rappresentano dal 70% al 75% del lessico.

 

Il restante 25% al ​​30% sono prestiti da un numero di lingue, oltre a derivazioni di tali parole. Le lingue che hanno maggiormente contribuito al bulgaro sono il russo, il francese, il turco e l’inglese, ma anche il latino e il greco che hanno influenzato la terminologia internazionale. Molti termini turchi sono stati sostituiti da termini nativi. Molti termini inglesi penetrarono in bulgaro dall’indipendenza del paese dopo la caduta del sistema comunista. Le parole inglesi (in particolare termini astratti, merceologici o tecnici) sono penetrate anche in bulgaro dalla seconda metà del XX secolo, specialmente dal 1989. Anche un numero crescente di neologismi internazionali viene ampiamente adottato, causando polemiche tra le giovani generazioni che, in generale, sono cresciuti nell’era della globalizzazione digitale, e le più vecchie, i puristi più conservatori.

 

Nel 2007 la Bulgaria è diventata membro dell’Unione Europea, così il bulgaro è diventato una delle lingue ufficiali dell’UE.

 

ProMosaik Trans offre traduzioni da e verso il bulgaro nei seguenti campi:

 

Legge e diritto contrattuale

 

Brevetti

 

Marketing e pubblicità

 

Tecnologia

 

Scienza

 

Letteratura

 

Scienze culturali

 

Un proverbio bulgaro dice:

 

Гладна мечка хоро не играе.

 

Un orso affamato non balla.

 

bul

 

 

ProMosaik Trans Istanbul offre le seguenti combinazioni linguistiche da e verso il bulgaro:

 

Inglese – Bulgaro

 

Russo – Bulgaro

 

Francese – Bulgaro

 

Turco – Bulgaro

 

Tedesco – Bulgaro

 

Italiano – Bulgaro

 

Spagnolo – Bulgaro

 

Serbo – Bulgaro

 

Albanese – Bulgaro

 

Sloveno – Bulgaro

 

Rumeno – Bulgaro

 

Greco – Bulgaro

 

ProMosaik Trans offre anche servizi di editing, interpretariato, correzione di bozze e trascrizione in bulgaro.

 

Invia le tue richieste di traduzione da o verso il bulgaro, con i documenti che devi tradurre a info@promosaik.com

 

Se sei interessato ad ascoltare una canzone tradizionale bulgara, guarda il video del nostro Manifesto in traduzione bulgara.